A Velletri un convegno sul futuro del settore vitivinicolo

Altre Notizie

“Vino-Futuro tra cambiamenti climatici e nuove opportunità”. E’ questo il titolo dell’incontro che si svolgerà domani, sabato 30 settembre, dalle 10,30, presso la Casa delle culture e della musica, in piazza Trento e Trieste a Velletri. Il convegno, moderato dal conduttore televisivo e agronomo, Luca Sardella, vedrà la partecipazione del Commissario straordinario dell’Ismea, Livio Proietti, del consigliere del Ministro dell’Agricoltura per i Rapporti Istituzionali, Angelo Rossi, del commissario straordinario dell’Arsial, Massimiliano Raffa, del responsabile del Crea Viticoltura Enologia di Velletri, Paolo Pietromarchi e del docente universitario sulla Legislazione vitivinicola, Ivo D’Andrea. Fra le autorità locali presenti il Sindaco di Velletri, Ascanio Cascella, e gli assessori al turismo ed all’Agricoltura, rispettivamente Paolo Felci e Cristian Simonetti. Le conclusioni saranno affidate all’assessore all’Agricoltura della Regione Lazio, Giancarlo Righini.

“Sarà un’importante occasione – spiega l’assessore Righini – per fare il punto della situazione sul comparto vitivinicolo del nostro territorio con illustri esponenti del settore. La Regione Lazio – continua Righini – grazie all’impegno dell’assessorato all’Agricoltura e al sostegno dell’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio (Arsial) partecipa alla 92ma edizione della Festa dell’Uva e dei Vini in programma sabato 30 Settembre e domenica 1 Ottobre a Velletri. Un tradizionale appuntamento che rappresenta un’importante vetrina per tutto il settore vitivinicolo del territorio. L’amministrazione regionale sostiene convintamente questa manifestazione sia per il suo straordinario valore storico e culturale, sia per l’indubbia occasione di visibilità per un comparto che sta diventando sempre più un fattore di sviluppo economico ed occupazionale. Questa manifestazione, inoltre, rappresenta pienamente la nostra visione del mondo agricolo, tesa alla massima valorizzazione del connubio fra identità ed eccellenze. L’immagine del “Salotto del Vino” in particolare rende plasticamente l’idea di sinergia tra campagna e centro storico, innovazione e tradizione. In questa direzione si muove anche l’azione di governo regionale che grazie alla proposta di legge sull’eno-oleoturismo vuole creare uno strumento legislativo che possa accompagnare le imprese del settore nel loro processo di crescita, investendo in maniera particolare sulla formazione e sulla promozione del made in Lazio. Un concetto che la Festa dell’Uva e dei Vini di Velletri coglie a pieno, nello spirito e nel concreto regalando ai cittadini tante possibilità di visitare e apprezzare le imprese vitivinicole dei Castelli Romani che continuano a regalare alla nostra Regione tante primizie ed etichette di pregevole qualità”.