Ultimo aggiornamento:  5 Maggio 2022

Biblioteche italiane: Rete delle Reti è ora Associazione nazionale

Con la firma di cinque sistemi bibliotecari italiani, ieri 4 maggio nella sede centrale del Consorzio SCR a Genzano di Roma, presso la biblioteca comunale, si è costituito il nucleo fondante dell’Associazione nazionale Rete delle Reti di biblioteche italiane – RdR.  I Soci fondatori e primi firmatari sono: Consorzio Sistema Castelli Romani e Sistema territoriale Biblioteche dei Monti Lepini (Lazio), CSBNO – Culture Socialità Biblioteche Network Operativo (Lombardia), SBAM Nord Est (Piemonte), Sistema Bibliotecario Lametino (Calabria). Comincia così una nuova fase di cooperazione tra Sistemi e Consorzi bibliotecari in tutta Italia.

LA SODDISFAZIONE DI GIUSEPPE DE RIGHI

«Sono particolarmente orgoglioso e onorato di essere tra i primi firmatari della neonata Associazione nazionale Rete delle Reti di biblioteche italiane di pubblica lettura, ovvero le biblioteche comunali - dichiara Giuseppe De Righi, presidente del Consorzio SCR -; particolarmente desidero evidenziare che il suo nascere veda i Castelli Romani protagonisti, cui viene riconosciuto anche un ruolo significativo con la Presidenza.  Alla nascita del nostro Consorzio di biblioteche, nel 1997, come Sindaco del mio paese, fui tra i primi firmatari; ora mi riempie di gioia essere giunto a questo altro traguardo, che è una ripartenza: si apre una stagione di grandi aspettative per questo lavoro comune che adesso finalmente si espande su scala nazionale.».

DA PROTOCOLLO D'INTESA AD ASSOCIAZIONE

In realtà sono già una trentina i Sistemi e Consorzi bibliotecari che si sono candidati e stanno completando l’iter burocratico per entrare a far parte dell’Associazione. Ripartiti sull’intero territorio nazionale, insieme i futuri Soci rappresentano un bacino di utenza di oltre 15 milioni di cittadini. Non è casuale che tutti abbiano già sperimentato la fattiva partecipazione al preesistente progetto nazionale cooperativo - Rete delle Reti, appunto - mirato alla condivisione di risorse creative, informative e organizzative allo scopo di accrescere la diffusione di servizi di pubblica lettura e favorire sinergie ed economie di scala. Nei due anni e mezzo di lavoro trascorsi dalla sigla del Protocollo d’Intesa, quel primo progetto ha mostrato di poter conseguire traguardi significativi.

È parso quindi naturale dare al Protocollo d’Intesa di Rete delle Reti una veste e un assetto istituzionale ufficiali, tali da consentire a ciascun ente Socio di attivarsi in modo autonomo nella gestione di nuove iniziative, cogliendo opportunità che solo una forte base associativa consente. Per questa ragione si è costituita l’Associazione nazionale Rete delle Reti di biblioteche italiane – RdR. La cooperazione strutturata tra enti bibliotecari pubblici e privati consolida così il raggiungimento di livelli più elevati di intervento e una dimensione operativa assai più vasta rispetto ai singoli territori.

LE BUONE PRATICHE

Razionalizzare ed efficientare gli investimenti, migliorare la qualità dei servizi ai cittadini, attivare e proporre modalità e piattaforme tecnologiche che favoriscono l’inclusione, perché le biblioteche siano sempre più luoghi di socializzazione e partecipazione. Partendo da questi obiettivi base che da anni ne informano le attività, i Sistemi bibliotecari italiani hanno deciso di adottare un piano di cooperazione esteso a livello nazionale e di affidare alla neonata Associazione compiti mirati.

Ne elenchiamo alcuni:

- attivare attraverso un ambito cooperativo no profit l’accesso a progetti anche di grandi dimensioni, in una logica di economia di spesa;

- produrre innovazione tecnologica che contribuisca a un’ulteriore evoluzione della biblioteca e dei servizi offerti alle comunità di riferimento;

- assicurare il supporto amministrativo, giuridico, progettuale, tecnico e gestionale laddove sia richiesto fornendo i necessari strumenti di assistenza;

- svolgere attività di rappresentanza presso terzi e di promozione dell’immagine di sistemi del territorio e biblioteche locali sia a livello italiano che internazionale;

- avviare iniziative di fund raising e crowdfunding per sostenere finalità e progetti dell’Associazione.

A breve, una volta completate le procedure di accoglimento di tutti i Sistemi bibliotecari che si sono già candidati, verrà convocata la prima assemblea costituente con il compito di eleggere Presidente e Vicepresidente e nominare la Giunta esecutiva e i membri della Commissione tecnica.

Web: https://retedellereti.dgline.it/

Categorie

24 Novembre 2021
A Velletri il «25 Novembre» all’insegna della prevenzione

Nella ricorrenza del 25 Novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, la commissione Pari opportunità di Velletri, in collaborazione con l'assessorato alle Pari opportunità, ha organizzato una serie di incontri-dibattito nelle scuole superiori con l'obiettivo di informare e prevenire. Alle iniziative collaborerà il Centro Anti Violenza "Marielle Franco” che da anni s’impegna […]

Leggi...
1 Dicembre 2021
Domenica 8 dicembre Santa Messa per i membri dell’Associazione “Padre Italo Laracca”

L’associazione “P. Italo Laracca”, pur non potendo dare vita al consueto pranzo di Natale per lo scambio degli auguri visto il momento comunque ancora delicato a livello di salute pubblica, invita tutti i soci e i simpatizzanti a partecipare alla Santa Messa di mercoledì 8 dicembre alle ore 10 presso la Cattedrale di San Clemente […]

Leggi...
13 Aprile 2022
Un pensiero e tanti ringraziamenti a conclusione della 26esima Festa delle Camelie

Si è conclusa la 26 ͣFesta delle Camelie organizzata dalla Pro Loco Velitrae in collaborazione con il consigliere comunale Mauro Leoni, delegato dal sindaco alla realizzazione della Festa. E’ divenuto un appuntamento culturale e botanico da quando l’esperto di botanica Piero Caneti e sua moglie Milena Casadei documentò sulla rivista “Il giardino fiorito” la straordinaria […]

Leggi...
11 Novembre 2021
Nuova luce per la Torre del Trivio: ecco i dettagli

La Torre del Trivio si appresta ad avere una nuova vita. Il monumento simbolo di Velletri, eretto nel 1353, sarà finalmente illuminato in maniera professionale grazie al lavoro dell’azienda ILM Lighting e di Federico Ognibene, nostro concittadino conosciuto in tutta Italia e in tutto il mondo per la sua professione e per aver illuminato alcuni […]

Leggi...
31 Maggio 2022
Il maestro Gino Felci alla “Zarfati-Carciano”

Il 25 maggio si è concluso il progetto scientifico “Gino Felci” che da anni rappresenta un fiore all’occhiello del plesso “Zarfati-Carciano”, nel quale sono orgogliosamente conservati numerosi attrezzi scientifici costruiti personalmente dal maestro. Nei laboratori del 19 e del 25 maggio, finalmente in presenza, destinati alle classi quarte e quinte, le insegnanti Amendola Monia, Bonanni […]

Leggi...
7 Aprile 2022
"AperiArte" con le opere di Vincenzo Sciamè

Camminare nel centro storico, godersi quello che resta di un'antica bellezza architettonica memore della Velletri che fu e poi visitare una mostra d'arte con tanto di aperitivo: tutto ciò, sabato 9 aprile, sarà possibile grazie all'apertura straordinaria della Collezione Sciamè in via Lanuvia. UNA MOSTRA NEL CUORE DI VELLETRI Dalle 18,00 alle 20,00, infatti, l'Atelier […]

Leggi...
velletri life media partner di:
chevron-down