“Chitarra e pianoforte tra originali e trascrizioni” alla Casa delle Culture di Velletri

Altre Notizie

Domenica 26 Maggio 2024 domenica alle 11,15 “Chitarra e pianoforte tra originali e trascrizioni” con Luciano Pompilio alla chitarra ed Elena Nefedova al pianoforte. Appuntamento a Velletri, presso la Casa delle Culture e della Musica, in Auditorium “Romina Trenta”.

IL PROGRAMMA

Mauro Giuliani (1781-1829)
Due Rondò per piano-forte e chitarra op.68
n.2 in Si minore – n.1 in La maggiore

Franz Liszt (1811-1886)
Preludio e Fuga in La minore per organo di J.S.Bach
BWV 543 trascritti per pianoforte solo S.462/1

Polonaise melancolique S.223/1 (pianoforte solo)

Agustin Barrios Mangorè (1885-1944)
Sueño en la floresta (chitarra sola)
La Catedral (chitarra sola)

Preludio Saudade-Andante religioso-Allegro Solemne

Joaquin Rodrigo (1901-1999
Concierto de Aranjuez (riduzione per chitarra e pianoforte)
– Allegro con spirito
– Adagio
– Allegro gentile

GLI ARTISTI

Luciano Pompilio si diploma in chitarra classica nel 1990 presso il conservatorio “U. Giordano” di Foggia, con il massimo dei voti. Parallelamente studia musicologia presso l’Università di Lettere e Filosofia di Bologna conseguendo la Laurea D.A.M.S. con l’analisi del Nocturnal di Benjamin Britten in Semiologia della musica.
Dopo importanti esperienze solistiche e con varie formazioni, si è unito in duo con G. Caputo imponendosi all’attenzione della stampa e degli addetti ai lavori vincendo in questa formazione 25 concorsi con 15 primi premi assoluti, tra i quali spicca il concorso di Montelimar (Francia), il concorso più importante al mondo per duo di chitarra. Contemporaneamente ha seguito il Corso Triennale Internazionale di Formazione Concertistica presso l’Arts Academy di Roma, laureandosi con il massimo dei voti. Ha inciso 9 CDs, l’ultimo dei quali, “Tribute”, è nella Top 200 Release di Itunes al 30° posto in Canada e Germania. Ha suonato per importanti istituzioni musicali in tutta Europa, America e Asia. Nella sua recente visita in Paraguay, luglio 2018, il Maestro Pompilio ha ricevuto dal Congreso Nacional del Paraguay, Direcìon de Cultura, il “Premio Repubblica”, uno dei più prestigiosi riconoscimenti civili dell’America Latina, quale cultore e diffusore delle opere di Augustin Barrios Mangorè nel mondo ed è stato considerato tra i migliori interpreti della musica del leggendario compositore. È direttore artistico del Festival Internazionale di Chitarra “Città di Manfredonia” e della Rassegna Musicale Internazionale “In concerto” a San Giovanni Rotondo.

Elena Nefedova nasce a Mosca nel 1990 e intraprende lo studio del pianoforte all’età di cinque anni, inizialmente alla Scuola di Musica Gnessin e successivamente presso la Scuola Centrale di Musica con il M° Kira Shashkina. Nel 2006 inizia regolarmente gli studi presso il Conservatorio “P.I.Ciajowskij” di Mosca con la prof.ssa Vera Gornostaeva, ultima allieva del leggendario pianista e didatta Heinrich Neuhaus. Trasferitasi a Roma nel 2011, continua a studiare nel Conservatorio “Santa Cecilia”, dove si diploma brillantemente nel 2015. Dal 2011 si perfeziona sotto la guida del M° Ivan Donchev. Svolge intensa attività concertistica, invitata in importanti sale e presso primarie istituzioni in Grecia, Francia, Russia, Germania, Italia, Sud Africa. E’ stata solista di importanti orchestre tra cui Russian National, Moscow Chamber Orchestra, Novosibirsk Philarmonic Orchestra e altre ancora. All’attività concertistica, dal 2012 affianca con passione quella didattica. Attualmente collabora in qualità di docente di pianoforte principale con l’Accademia Eretina di Monterotondo. Nel 2016 ha riscosso un grande successo nei concorsi riservati ai diplomati eccellenti dei Conservatori Italiani. A maggio è stata la prima donna a vincere il Concorso pianistico nazionale “Premio Lamberto Brunelli”. Nell’ottobre dello stesso anno si è distinta tra i cinquanta giovani pianisti e vince la XXXIII edizione del Concorso Nazionale Pianistico “Premio Venezia”. La vittoria del concorso la avvia verso un’attività ancora più intensa e nell’arco di due stagioni concertistiche si esibisce nei più prestigiosi teatri in Italia e all’estero. Elena è stata selezionata dal rinomato pianista ungherese András Schiff per il suo progetto “Building Bridges”: una piattaforma per sostenere e promuovere i giovani musicisti che prevede una serie dei concerti nei paesi europei.