Concluso il Torneo Happy Women’s Day “A braccia larghe” in ricordo di Romina Trenta

Altre Notizie

Sabato 9 marzo è terminato il torneo di padel Happy Women’s day, iniziato il 3 marzo, organizzato da Velletri Sporting Padel (VSP) e A.S.D. Colle degli Dei Sporting Village, con il titolo “A Braccia Larghe” nel ricordo di Romina Trenta, Assessore al bilancio e alla Cultura del Comune di Velletri fino alla sua scomparsa il 2 gennaio 2022 per una grave malattia. Il torneo in questa giornata ha avuto due momenti. Il primo, nel pomeriggio, presso il Velletri Sporting Padel (VSP), gestito da Vittoria Merci, amica di Romina, e dal fratello Stefano Merci, è stato caratterizzato dallo svolgimento delle semifinali e finali della categoria silver e della categoria gold. La categoria silver è stata vinta dalla coppia Sonia D’Errico e Federica Favale; la gold da Martina Canini e Nicole Canini. Le partite sono state intense e combattute, nel segno della sportività e del rispetto reciproco. Molti sono stati i punti spettacolari in un susseguirsi di recuperi di svantaggi sia da una parte che dall’altra. Il momento della premiazione ha visto la consegna da parte della famiglia Martelli Trenta dei premi alle vincitrici, alle finaliste ed alle semifinaliste; a tutte le partecipanti è stata consegnata una medaglia ricordo del torneo.

Il secondo momento si è svolto la sera, per festeggiare, con una cena a buffet presso l’A.S.D. Colle degli Dei Sporting Village assieme ai responsabili Martina Canini, Diego Maggiore, Corrado Favale organizzatori anche loro dell’evento.

Durante la serata è stato simbolicamente consegnato a Martina Scognamiglio, rappresentante dell’Associazione di promozione sociale Ponte Donna (Associazione che si occupa del contrasto alla violenza di genere, promovendo progetti per far cessare la violenza maschile con l’intento di occuparsi anche di chi questa violenza la agisce) un assegno pari ad euro 670,00, ovvero i fondi raccolti durante il torneo. Martina ha ricordato i progetti che erano stati condivisi assieme a Romina come i punti di ascolto e la prima accoglienza a donne che fuggono da situazioni di violenza; i fondi raccolti, infatti, andranno per sovvenzionare le citate azioni. La serata che ha avuto momenti emozionanti e di riflessione è stata caratterizzata da gioia di stare insieme, dall’idea che lo sport è competizione e che contestualmente deve anche trasmettere significati,  il tutto, e non guasta, accompagnato da musica e buon cibo.

Ufficio comunicazione organizzazione