Europee, risultati di Velletri: FDI primo partito

Altre Notizie

Velletri segue il vento del centrodestra con una netta affermazione dei partiti di governo. Risultati alla mano, FDI, Lega e FI insieme superano di gran lunga il 50% dei consensi. Il PD si accontenta di essere il secondo partito più votato della città seppur a percentuali nettamente inferiori rispetto al nazionale. Alleanza Verdi e Sinistra supera il 7%, Pace Terra e Dignità in città prende più voti di Renzi e Calenda. Il Movimento Cinque Stelle, al quarto posto, supera l’8% e ottiene più consensi di FI.

AFFLUENZA ALLE URNE

C’era attesa per i risultati di una doppia giornata elettorale che ha mobilitato davvero poche persone rispetto agli aventi diritto. Velletri, infatti, chiude con una affluenza del 44,92% che equivale a 18680 cittadini recatisi alle urne per il rinnovo del Parlamento Europeo rispetto ai 42.000 aventi diritto.

RISULTATI: VOTI E PERCENTUALI

I risultati sono a vantaggio del centrodestra: con 42 sezioni scrutinate su 42, infatti, è netta l’affermazione del partito della Meloni.

FRATELLI D’ITALIA: 6743 voti – 37,20%

PARTITO DEMOCRATICO: 3066 voti – 16,91%

LEGA: 2048 voti – 11,30%

MOVIMENTO CINQUE STELLE: 1586 voti – 8,75%

FORZA ITALIA: 1516 voti – 8,36%

ALLEANZA VERDI E SINISTRA: 1288 voti – 7,11%

PACE TERRA E DIGNITÀ: 678 voti – 3,74%

STATI UNITI D’EUROPA: 572 voti – 3,16%

AZIONE: 435 voti – 2,40%

LIBERTÀ: 83 voti – 0,46%

DEMOCRAZIA SOVRANA E POPOLARE: 83 voti – 0,46%

ALTERNATIVA POPOLARE: 30 voti – 0,17%

PREFERENZE A VELLETRI

Le due candidate di Velletri in primis: Tiziana Pepe Esposito, totalizza 670 preferenze davanti a Tajani, fermo a 622. Prende 229 Salvatore De Meo. È la più votata della lista di Berlusconi. Giulia Ciafrei sfiora le 400 preferenze, fermandosi a 393 davanti a Michele Santoro che ne ottiene 310. Numeri importanti, poi, per i candidati apertamente sostenuti da vari esponenti politici locali: in Fratelli d’Italia più di 4000 voti per la sola Giorgia Meloni e oltre 2100 per Nicola Procaccini. Nel PD i due candidati più votati sono Elly Schlein con 626 voti e Nicola Zingaretti che supera i 500 (557), sul podio anche Camilla Laureti con 365. La Lega annovera tra i primi tre Susanna Ceccardi (1046), Davide Bordoni (988) e Roberto Vannacci (953 voti). Nel Movimento Cinque Stelle ottengono 182 voti Carolina Morace e 152 Dario Tamburrano, e come spesso è accaduto i voti di preferenza sono molto pochi rispetto al totale della lista che invece supera i 1500 voti totali. In Alleanza Verdi e Sinistra bottino di 342 voti per Ignazio Marino, seguito da Massimiliano Smeriglio (164) e Marilena Grassadonia (133). Per quanto concerne Stati Uniti d’Europa, le tre persone più votate della lista renziana sono lo stesso Renzi (261), Marietta Tidei (136) ed Emma Bonino (123). In Azione il podio è composto da Calenda (89 voti), D’Amato (57) e Bonetti (45).

Tutte le preferenze sono visibili qui: https://elezioni.interno.gov.it/europee/scrutini/20240609/scrutiniEI3120701100