Lanuvio: l’amministrazione rispedisce al mittente le accuse di un comune a 30 km/h

Altre Notizie

“Nella nostra Città continuerà a rimanere in vigore il Codice della Strada” con queste parole il Sindaco Andrea Volpi ha rispedito al mittente l’accusa di aver trasformato Lanuvio in un comune a 30km/h. L’amministrazione comunale ha infatti comunicato che nel corso del 2023 si è proceduto all’aggiornamento della segnaletica presente nelle frazioni e, nel corso di quest’anno, l’intero territorio comunale sarà provvisto di una nuova segnaletica verticale e orizzontale.
“Abbiamo pensato – si legge in una nota dell’amministrazione – di salvaguardare il territorio con dissuasori ed indicatori con rilevamento della velocità per il limite cittadino dei 50 kmh così come ben visibile sui diversi segnali lampeggianti posizionati su Via P. Togliatti, Via della fontanella 70, Via Piastrarelle, altezza laghetto, altri a Via Passo della corte, con il ripristino segnale verticale via Nettunense (vicino via Maiella)
Sempre con il limite di 50km/h sono stati posizionati dissuasori e segnali lampeggianti anche in Via G. XXIII e in Via Gramsci (altezza banca), entrambi con rilevamento della velocità e messaggio di prudenza se si va oltre il limite”.
“Sempre in materia di sicurezza stradale sono stati sostituiti gli specchi parabolici su: via del basso intersezione via Astura, Via pascolare basso, via Astura 156, via santa Maria della pace, via Astura intersezione via isola di Montecristo, Via Astura civ. 156. Per una maggiore sicurezza dei cittadini è stato istituito il divieto di accesso mezzi pesanti via del basso intersezione via Astura, così come il ripristino del divieto di acceso mezzi pesanti via I maggio intersezione via Rodari. Da ultimo – continua la nota – sono stati istituiti nuovi attraversamenti pedonali rialzati, così come richiesto dalla cittadinanza. In particolare in Via della Libertà a seguito di una richiesta fatta dai cittadini tramite raccolta firme, in via Primo Maggio a completamento di un lavoro già iniziato e anch’esso richiesto dai cittadini e nei pressi del Campo sportivo di Lanuvio, luogo frequentato da bambini e famiglie. Limitatamente a questi tre interventi e solo in prossimità degli attraversamenti è stato istituito il limite di 30 kmh, come previsto dal codice della strada”.
“Questo ultimo intervento – conclude la nota – deve essere percepito come segno di attenzione alla comunità, evitando qualsiasi altra strumentalizzazione che nulla a che fare con la sicurezza richiesta dai cittadini. L’intendimento dell’amministrazione è quello di riqualificare le zone del territorio che più ne hanno necessità e per farlo è necessario occuparsi anche della segnaletica stradale e della tutela della sicurezza dei cittadini”.