Lanuvio, presentati i servizi alla persona attivati nel Polo di Campoleone

Altre Notizie

Nella giornata di ieri, 22 marzo, l’amministrazione comunale ha presentato tutti i servizi che col tempo sono stati attivati nel Polo di Campoleone, nei locali dove prima c’era la Scuola Galieti.

“L’obiettivo, spiega il Sindaco Andrea Volpi, è quello di offrire dei servizi quanto più prossimi ai cittadini. Di solito si parla di decentralizzare, il nostro volere, invece, è stato quello di centralizzare in un unico polo i servizi alla persona e per questo ringrazio il Vicesindaco Valeria Viglietti che ha insistentemente voluto concentrare qui tutta una serie di servizi.” Si è entrati poi nel vivo della presentazione delle prestazioni, da quelle che proseguono in quei locali già da diverso tempo, alle più recenti. Il primo servizio presentato è stato quello della Biblioteca In Vetrina, gestita da ex insegnanti e da altri volontari, che da circa un anno è divenuta anche punto Biblio, con la possibilità di ritirare i libri prenotati da altre sedi. Si è poi passati al recente servizio del Centro Operativo Sociale, dove ci si può recare per servizi di orientamento e consulenza in ambito sociale, sanitario ed educativo, non solo con riferimento alle prestazioni comunali ma anche delle altre istituzioni (asl, Regione etc.), garantendo anche un supporto alla compilazione delle richieste. Si è passati poi ai saluti della Dott.ssa Cristina De Santis, in rappresentanza dei medici di base che operano negli studi medici, che ha sottolineato l’importanza di condividere in un unico spazio questi servizi che garantiscono una migliore visione unitaria agli utenti, spesso disorientati.
È stata poi la volta del Dott. Morais, referente per lo Sportello Intercomunale Antiusura e Sovraindebitamento della Città Metropolitana di Roma Capitale ONLUS, che ha sottolineato l’importanza in questo momento di operare sulla prevenzione, tant’è che lo sportello si pone come obiettivo primario, l’informazione, orientamento, assistenza e prestazione di garanzia per quanti si trovano in condizioni di sovraindebitamento affinché tale condizione non trascini la persona verso l’usura.
Infine, è stata la volta dello Sportello Lavoro distrettuale, che opera da diversi anni sul territorio di Lanuvio. Si tratta di un servizio totalmente gratuito, rivolto ai cittadini che cercano un’occupazione ma anche alle imprese in cerca di personale. L’obiettivo è quello di far incontrare i bisogni così da creare occupazione. Inoltre, questo strumento permette di cogliere le opportunità offerte dal territorio, partecipare a corsi di formazione, seminari e incontri con aziende.

Il Dott. Di Dato, responsabile di Make4Work, ha poi presentato la piattaforma Clic Sociale, che sostiene la collaborazione territoriale al Corporate Social Responsibility in modo innovativo.
“L’idea, conclude il Vicesindaco Viglietti, era quella di mettere in rete tra loro servizi differenti che svolgono attività interconnesse , per offrire ai cittadini uno spazio in cui vengano accolti e possano essere orientati. Tale esigenza nasce anche dalla necessità di sostenere quei cittadini che non hanno le competenze digitali che ormai sono imprescindibili per ottenere le prestazioni”.