Lariano, l’Assessore Romaggioli e il crono-programma dei lavori pubblici

Altre Notizie

“La nostra Amministrazione vuole lasciare la sua impronta urbanistica a Lariano, che rispecchi e rispetti le peculiarità del Paese ma che sia in sintonia con le necessità di ammodernamento che premono. Vogliamo che Lariano abbia un volto finalmente da città”.

Questa la chiara dichiarazione di intenti dell’Assessore ai Lavori Pubblici, Enrico Romaggioli, il componente più giovane della Giunta (classe 1988, ndr) ma con idee chiarissime su come rinnovare il volto della sua Lariano.

Grazie a tutta una serie di finanziamenti confluiti o che confluiranno nelle casse comunali si potranno portare a termine opere progettate dalle precedenti Amministrazioni alle quali aggiungere nuove opere, pensate dall’Amministrazione Montecuollo. Tutto questo, allo scopo di migliorare, abbellire e rendere sempre più accogliente Lariano.

Il primo grande finanziamento di circa 2 milioni di euro, composto da fondi confluiti nel PNRR, porterà alla realizzazione di tre grandi opere: il rifacimento di piazza Santa Eurosia nella parte sud, quella che riguarda l’intersezione con via Roma; l’adeguamento strutturale per la regolazione delle acque nella zona di via Cerreta e delle strade limitrofe; l’imponente opera per incanalare adeguatamente le acque che arrivano dalla zona boschiva del Monte Artemisio.

“Tutte e tre le opere sono state finanziate con fondi ottenuti dalla precedente Amministrazione ma i progetti sono stati rivisti in tutto o in parte da noi – ha aggiunto l’Assessore Romaggioli  – per utilizzare ogni euro a favore dei cittadini, per dare a Lariano un ammodernamento sostanziale e sostenibile e per rispettare al massimo il crono-programma”. 

Nell’ultimo Consiglio Comunale dello scorso 6 marzo l’Assessore ai Lavori Pubblici ha anche annunciato l’ormai prossimo completamento dei marciapiedi di via Mastrella dove verrà realizzata anche la tanto attesa illuminazione pubblica.

Cantieri aperti anche in zona Colle Cagioli: piazza Matteotti verrà riqualificata con fondi regionali; un piccolo parco pubblico verrà invece creato accanto alla scuola elementare Galileo Galilei, grazie ad un finanziamento di 60 mila euro. Un ringraziamento – ha aggiunto l’assessore ai Lavori Pubblici – voglio estenderlo al Consigliere Fausto Pietroni per la sua preziosa e fattiva collaborazione”.

“In quella zona densamente abitata – aggiunge l’Assessore Romaggioli – è assente un luogo di aggregazione, così lo spazio pubblico con giochi inclusivi che verrà presto completato darà finalmente a Colle Cagioli un luogo di socialità. Abbiamo anche deciso che la ex biglietteria sia poi concessa alle associazioni locali per le loro riunioni. Una decisione che rispecchia lo spirito di comunità incarnato dal nostro sindaco Francesco Montecuollo e da tutta la nostra Amministrazione”

Con lo stesso spirito, con la dovuta attenzione anche ai cittadini portatori di handicap, il Comune di Lariano è in graduatoria per il finanziamento per abbattere le barriere architettoniche in via Roma e in via Napoli, (circa  250mila euro) come pure la sistemazione e la messa in sicurezza di via dei Castagni, via di Colle Cagioli e via dei Platani.

Grazie, poi, al finanziamento a fondo perduto di circa 500mila euro concesso dalla GSE (Gestore dei servizi energetici Spa), società interamente a partecipazione pubblica, verrà realizzato l’efficientamento energetico dell’Istituto Comprensivo.

La  città di Lariano è regina del pane, prodotto gastronomico di eccellenza conosciuto a livello internazionale e dei pregiatissimi funghi porcini raccolti nei suoi boschi, dunque non si poteva non pensare ad una nuova zona fieristica da realizzarsi in via Napoli, per la quale il Comune è in graduatoria per ottenere il finanziamento di circa 200mila euro.

Sempre per la visione di una nuova Lariano accogliente per i propri cittadini ma anche per i turisti, si è pensato al rifacimento dell’Anfiteatro da dotare di una copertura e all’ampliamento del parcheggio adiacente: il progetto è in fase di elaborazione.

Nell’elenco anche il progetto, in fase di avvio, del parco urbano che coinvolgerebbe un’ampia zona, dal Polifunzionale fino a via Tevere e quello di un percorso ciclo-turistico, progetti finanziati con i fondi per la Progettazione e Coesione Territoriale.