L’artista Cinzia Pellin, che vive e lavora a Lariano, espone a Cassino con la personale “STAR”

Altre Notizie

L’8 giugno, nelle sale espositive della Galleria Avanguardie Artistiche di Cassino, è stata inaugurata una mostra personale della pittrice Cinzia Pellin, l’artista che da qualche anno vive e lavora a Lariano. Il titolo è STAR, termine che ci riporta al mondo del cinema e dello spettacolo e, in effetti, la Pellin ci propone dei ritratti di attrici famose, utilizzandoli però come strumento per approfondire il discorso sul mondo delle donne, da sempre al centro della sua ricerca pittorica. Ancora una volta la sua pittura iperrealistica appare in grado di far emergere la
bellezza di volti celebri, ma è evidente che l’interesse va ben oltre e mira soprattutto a cogliere l’anima di queste icone dello star system e la profondità del loro vissuto.

Un fil rouge lega questa nuova rassegna all’esposizione allestita dalla Pellin un anno
fa a Roma presso il museo Crocetti e intitolata “La vita delle donne”, in cui l’universo femminile veniva ritratto nella dimensione quotidiana del lavoro e nello
svolgimento dell’attività professionale, partendo dalla ballerina di danza classica fino a giungere alla campionessa di ciclismo. A partire da oggi pomeriggio si potranno ammirare ben 23 opere, tra pitture ad olio e opere a matita su carta d’Amalfi; alcune erano già state realizzate, altre sono state dipinte negli ultimi mesi, come a ribadire questo continuo intrecciarsi dei percorsi dell’artista e il suo dichiarare come il tema centrale del suo discorso ruoti sempre e comunque intorno al mondo delle donne, forti e fragili nello stesso tempo, minacciato dalla violenza quotidiana e dai femminicidi, ma segnato anche dalle continue
conquiste e dai successi in ogni campo.

A livello tecnico emergono la perizia e il magistero di Cinzia Pellin, benché l’artista prediliga il ricorso al colore neutro del grigio in cui, mescolando il bianco e il nero in modo sempre nuovo e diverso, riesce ad ottenere degli effetti cromatici e un’infinità di toni davvero sorprendenti. La scelta di questo “non-colore” risponde all’esigenza di porsi di fronte al mondo femminile con una sorta di distacco e di oggettività, puntando sull’effetto a sorpresa delle unghie e delle labbra rosse, che spiccano illuminando le tele. A colpire sono, però, soprattutto gli occhi delle donne famose: da quelli sognanti di Charlize Teron a quelli luminosissimi della bellissima Monica Vitti, dalla profonda malinconia dello sguardo di Anna Magnani alla sensualità della splendida Claudia Cardinale. Non poteva mancare l’omaggio ad una vera icona della bellezza e della fragilità femminile, Marilyn Monroe, colta in una posa affascinante ma con lo sguardo che fa trapelare tutta l’incertezza verso il futuro. La mostra proseguirà fino a Sabato 6 Luglio. Giorni e orari di visita sono i seguenti: dal martedì al sabato, ore 10-12.30 e 16.30-19.30. Il catalogo sarà disponibile in galleria il giorno del finissage.

Maria Grazia Gabrielli