“L’Ater investirà sul Comune di Lariano più di un milione di euro”

Altre Notizie

Grande soddisfazione del Sindaco Francesco Montecuollo e del Vicesindaco con delega ai rapporti con l’Ater, Roberta Bartoli

L’Ater (Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale) della Provincia di Roma investirà sul territorio del Comune di Lariano l’importantissima cifra di circa 1 milione e 200 mila per l’efficientamento energetico di 72 alloggi di edilizia residenziale pubblica in via XXVIII Agosto. 

Il miglioramento dei consumi sarà valutato in base a due criteri: il raggiungimento di una classe energetica maggiore rispetto a quella attuale e quello della riduzione di almeno del 30% dei consumi rispetto all’ultimo biennio grazie proprio all’efficientamento energetico.

Sempre l’Ater inizierà i lavori di manutenzione di alcuni specifici fabbricati di via XXVIII Agosto per un valore di circa 133mila euro.

I lavori prevedono la messa in sicurezza dei balconi, dei frontalini e intonaci ammalorati e la manutenzione di quattro locali commerciali.

Il Comune di Lariano vedrà così migliorare sensibilmente zone di edilizia cosiddetta popolare, sulle quali non può operare direttamente, ma che segue da vicino costantemente. 

Il Sindaco Francesco Montecuollo e il Vicesindaco Roberta Bartoli Assessore con delega ai Rapporti con l’Ater esprimono grande soddisfazione per l’investimento sul territorio di Lariano: “Siamo profondamente grati all’Ater e alla Regione Lazio per aver destinato un così sostanzioso investimento sulla nostra città. La cifra destinata al nostro Comune è importantissima per corposità ma soprattutto perché andrà a migliorare fabbricati cosiddetti popolari e di conseguenza la vita dei nostri concittadini. 

Sappiamo quanto l’Ater lavori spesso, anche con difficoltà economiche, dovute ai tanti casi di morosità che si rilevano in tutta la Regione. Per l’Ater questa cifra evidenzia che il benessere dei residenti degli alloggi pubblici ha sempre e comunque la priorità. Di questa garanzia di attenzione non possiamo che essere grati”.