“My little things”: la poesia di Giuseppe Savelloni al DLF di Velletri con Memoria ‘900

Altre Notizie

Il Dopolavoro Ferroviario di Velletri, con il suo suggestivo giardino, è stato teatro del reading con Giuseppe Savelloni – organizzato dall’Associazione Culturale Memoria ‘900. Protagoniste della giornata la poesia di Giuseppe Savelloni, uomo impegnato su più fronti nella vita sociale, culturale e sportiva veliterna e non solo. Tra le sue doti culturali e civili, come sottolineato da Emanuela Treggiari, che ha coordinato l’evento, c’è anche quella della poesia e la raccolta “My Little Things” ne è la prova.

Un’antologia, con la prefazione di Alessandro Quasimodo, che di fatto mette insieme diversi momenti della vita dell’autore condivisi con la platea tramite i versi sapientemente letti da Patrizia Audino. Come ha specificato lui stesso, Giuseppe Savelloni non si è mai messo alla scrivania per comporre dei versi. Piuttosto si è affidato a un taccuino che ha portato con sé nei numerosi viaggi, nelle sue passeggiate e durante le numerose esperienze di vita ed è lì che ha annotato, rigorosamente a penna, stati d’animo, sensazioni ed emozioni. La sua è una poesia semplice generata dall’ispirazione di un istante che tocca il cuore e va dritta al centro delle cose, pur affrontando argomenti impegnativi quali ad esempio l’amore, le donne, oppure il viaggio stesso che è stata una costante all’interno della vita di Giuseppe. Tra le liriche più apprezzate “Libertà”, virtuale manifesto di una serie di componimenti dedicati proprio all’impegno politico e civico.

Il clima che si è venuto a creare durante il reading è stato davvero gradevole, poiché tra le letture delle poesie e gli interventi dell’autore è nata una vera e propria condivisione empatica della produzione poetica e dei temi ad essa sottesi. Visibilmente coinvolto il numeroso pubblico presente, pronto a sottolineare con applausi e commenti di affetto e di sostegno il proprio apprezzamento per Giuseppe Savelloni.

L’incontro-reading “My Little Things” è stato il primo dei due calendarizzati da Memoria ‘900, e lunedì 16 ottobre alle 17.30 al Dopolavoro Ferroviario c’è il secondo appuntamento, sulla storia d’amore edi resistenza scritta da Gianfranco Chieppino e contenuta nel libro “Teresa la partigiana”.