Ripristinate le antiche lanterne liberty alla stazione di Velletri, riaprono anche i Bagni

Altre Notizie

Rete Ferroviaria Italiana, durante l’estate scorsa, ha posto in essere degli importanti lavori di restauro e riqualificazione dell’antica stazione di Velletri. Il primo intervento durato oltre tre mesi, realizzato dalla CS costruzioni ha visto il totale rifacimento dei bagni e il loro adeguamento alle vigenti normative in materia di abbattimento delle barriere architettoniche con la realizzazione di apposite rampe per i disabili. Il secondo intervento invece ha interessato l’atrio d’ingresso alla stazione che oltre ad essere stato riqualificato dopo i notori atti vandalici ha visto la realizzazione di rampe disabili, dotate come quelle dei bagni di percorso tattile per i non vedenti.

I bagni – che sono stati oggetto di numerose polemiche sui social in questi giorni – torneranno operativi dal 16 Gennaio. Apriranno alle 6.30 del mattino, affidati dal Comune di Velletri che ha ricevuto i servizi in comodato d’uso gratuito da RFI all’Associazione San Girolamo Miani onlus. La cura dei dettagli, e la volontà di un recupero anche a livello estetico della stazione, ha visto il ripristino delle tre lanterne “liberty” che pendono sotto la pensilina del primo binario che sono state riaccese per completare l’illuminazione della controfacciata del fabbricato viaggiatori. Con il completamento dei lavori per il nuovo Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola previsto in primavera, finalmente la stazione tornerà ai fasti di un tempo.

Un grazie va a Rete Ferrovia Italiana, in particolare all’Architetto Luca Bernardi per aver recepito le proposte e i suggerimenti affinché si potesse far risplendere di luce nuova l’antica stazione di Velletri che sta tornando ad essere quel salotto biglietto da visita d’ingresso alla città che è sempre stata.