Ultimo aggiornamento:  25 Novembre 2022

Rumori di temporale

Dai primi giorni della novembrina ascesa meloniana all'apice del potere esecutivo il mio orecchio ha avvertito come rumori preannuncianti un imminente scatenamento degli elementi alcuni eventi, che, ad altro orecchio, saranno risuonati come squilli di vittoria o avvii di marce trionfali.  Il primo, che ho percepito come uno schianto cupo e minaccioso, è stata la sentenza del tribunale di Reggio Calabria, che, con impensabile ghigno beffardo aggravante il danno, aggiungeva un mese ai 13 anni e due mesi inflitti a Mimmo Lucano dai colleghi locritani.

Una notizia da “esultate” per l'aspirante plenipotenziario ed effettivo legislatore dei decreti sicurezza, per gli 'ndranghetisti che hanno lasciato i loro proiettili nel portone del palazzetto comunale di Riace, per i “camerati di “Forza Nuova” calati per intimidire il sindaco degli “invasori”, e per l'invocatrice del blocco navale, ma soprattutto per i virtuosi nella manipolazione della lettera legalistica fino all'uccisione dello spirito del diritto sostanziale, gli alchimisti della transustanziazione in obbligo di legge dell'omissione di soccorso.

E come brontolii di tuono sempre più insistenti mi son risuonate, ed esattamente nelle ore in cui incombeva, per il missile caduto in Polonia, una catastrofe globale, le parole in parlamento del ministro Piantedosi, sforzantesi di sdoganare l'idea che il soccorso “privato” in mare a naufraghi senza alcun altro mezzo di salvezza   può esser un  crimine associabile alla pirateria.

Un lampo rivelatore è stato il vedere Saviano, proprio per aver espresso con uno scatto di sdegno non formalizzato la denuncia di quanto sopra, denunciato a sua volta da chi se n'è sentito offeso, e portato in tribunale.

Ciò con sollievo fremente delle signore imberloscunite con la pistola nelle borsetta firmata :” Così si deve fare! Tolleranza zero, siamo noi che paghiamo questa magistratura politicizzata che non fa rispettare i nostri eletti!”

Categorie

3 Ottobre 2021
"La legge e la coscienza"

Mc 10,2-12 TESTO Alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, gli domandavano se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla». Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli […]

Leggi...
28 Ottobre 2022
"Non posso credere"

Non posso credere. Il nodo è venuto subito al pettine, già due navi di salvataggio di naufraghi, una norvegese ed una tedesca, col loro doloroso carico, hanno avuta difficoltà  di portare a termine la loro missione istituzionale da parte del nuovo governo.  Prima che si ricreino le situazioni atroci del 2019, con governo Conte-Salvini, voglio […]

Leggi...
16 Aprile 2022
Per la piccola Lavinia Montebove una canzone di Fabio Concato

Prosegue l’iter giudiziario intorno alla triste e delicata vicenda di Lavinia Montebove, la piccola investita nell’agosto 2018 all’esterno dell’asilo che frequentava. La famiglia chiede giustizia, mentre la bambina oggi ha 5 anni (all’epoca aveva 16 mesi) e continua a essere in stato vegetativo. L'OMAGGIO DI FABIO CONCATO Nella giornata di ieri anche il cantautore Fabio […]

Leggi...
23 Dicembre 2021
Meno prediche, più dialogo

Lc 2,41-52 TESTO I suoi genitori si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli […]

Leggi...
22 Settembre 2021
Cronoprogramma del PNRR

L’Italia, per ottenere i fondi previsti dal PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, dovrà osservare e rispettare i 528 obiettivi del cronoprogramma, in merito alla corretta realizzazione delle riforme e degli investimenti, che la Commissione Europea ha previsto per l’erogazione dei Fondi, che verranno erogati in 10 rate con cadenza semestrale fino al 2026. Il rispetto delle […]

Leggi...
4 Febbraio 2022
L'incubo del doppio matricidio

Verso il 900 d. C. il principe di Kiev, Oleg, definì “Rus” il territorio su cui dominava, cioè quello dell'attuale Ucraina centrale. Durante il 1500 il nascente zarato con centro a Mosca riprese quello stesso nome di Rus per definire il proprio territorio.  C'è dunque un rapporto di maternità fra l'Ucraina e la Russia. Inversamente, […]

Leggi...
velletri life media partner di:
chevron-down