Ultimo aggiornamento:  9 Settembre 2021

Un edificio di quattro piani, ricorsi e problemi a Velletri

Velletri sempre più popolata di palazzine, nonostante l’aumento numerico della popolazione non giustifichi un tale incremento edilizio. Secondo alcuni urbanisti, infatti, ad oggi la città potrebbe “contenere” circa 90mila abitanti senza il bisogno di costruire o ristrutturare altre case. Eppure, a conti fatti, i residenti non arrivano a 60mila. Un caso molto particolare ci è stato sottoposto dall’Ingegner Franco Bologna, che si è trovato coinvolto da vicino con un inter giudiziario piuttosto complesso nell’avversare la costruzione di un edificio in viale Salvo d’Acquisto.

GLI ANTEFATTI

Nel 2009 il dirigente comunale all’Urbanistica rilasciò il permesso di costruire n.94 per la realizzazione di un edificio abitativo di quattro piani lungo viale Salvo d’Acquisto. L’ingegner Bologna presentò ricorso avverso per via amministrativa, vedendoselo però rigettato dal Consiglio di Stato con la sentenza n.2487/2014 basata su una perizia di verificazione elaborata da un docente della Sapienza. Furono eccepiti alcuni vizi di legittimità, come l’eccesso di altezza.

QUERELLE A MEZZO STAMPA

In quegli anni, sui giornali locali, si svolse una vera e propria telenovela tra attacchi e contrattacchi. L’ingegner Bologna, stimato professionista, non ebbe problemi a rendere nota la sentenza avversa sui settimanali locali evidenziando però l’infondatezza della verificazione predisposta dal Consiglio di Stato: detta decisione è stata basata ed ha messo in rilievo l’assunzione da parte del verificatore di un comportamento contraddittorio in quanto ha concluso la perizia provvisoria decretando l’eccesso di altezza dell’edificio e un mese dopo con la relazione finale ha espresso il parere diametralmente opposto. Non mancarono tuttavia gli attacchi, da parte dei costruttori, all’ingegner Bologna.

PERMESSO IN PROROGA

Mentre era in corso il giudizio amministrativo davanti al Consiglio di Stato il dirigente comunale rilasciò il Permesso di Costruire in proroga n.42/2013 avverso il quale l’ingegner Bologna propose ricorso al TAR del Lazio. Tra le illegittimità eccepite il mancato inizio dei lavori nei termini e per conseguenza diretta la decadenza del Permesso di Costruire n.49/2009 da cui originava.

SENTENZA DEL TAR

Il 24 gennaio 2020 il TAR del Lazio con sentenza n.1028/2020 ha annullato il Permesso di Costruire in proroga n.42/2013 e disposto l’esecuzione di un provvedimento a carico del Comune pronunciandosi testualmente:

EPILOGO

La società costruttrice avverso il TAR ha fatto appello al Consiglio di Stato e il comune è retrocesso dalla strategia e non si è costituito. Il Consiglio di Stato, con ordinanza n.5687 del 24/9/2020, ha rigettato l’istanza cautelare imponendo al Comune di Velletri l’esecuzione della sentenza del Tar datata 24 gennaio 2020 e condannando al pagamento della somma delle spese di €7500 euro per la verificazione.

Categorie

26 Febbraio 2023
Consegnato il premio al miglior gruppo del Carnevale Veliterno votato su Facebook

Consegnato il premio al miglior gruppo del Carnevale Veliterno votato dal popolo Facebook. L’Istituto Santa Marta Casa Betania nella figura di suor Luisa De Capite e dell’insegnante Mariangela Melica di Velletri hanno ricevuto il premio del gruppo più votato dal pubblico facebook oggi alle ore 12 presso il punto di informazione turistica, in piazza Garibaldi, […]

Leggi...
21 Maggio 2023
Amica Tiroide, grande successo per la Giornata di sensibilizzazione sulle malattie tiroidee a Velletri

L’evento, con la curatela scientifica della dottoressa Daniela Pace, ha visto l’intervento di esperti tra i più illustri nel campo delle patologie tiroidee. Ospite e testimonial d’eccezione la conduttrice tv Benedetta Rinaldi.  Una casa delle culture e della musica gremita ha accolto, sabato pomeriggio, alcuni tra i più illustri esponenti della comunità scientifica nel campo […]

Leggi...
3 Aprile 2023
La Banca Popolare del Lazio investe a Velletri e ristruttura la sua sede

Architettura e innovazione al servizio dell’ambiente e del comfort dei collaboratori nell’ottica della sostenibilità Il Gruppo Banca Popolare del Lazio sta fortemente orientando la propria gestione aziendale ai criteri ambientali e sociali in coerenza con la propria mission di Banca locale e di prossimità, che crea valore non solo per i propri azionisti e dipendenti […]

Leggi...
9 Maggio 2022
A Cori il Primo Torneo di Padel per la CMT

È la Charcot-Marie-Tooth, neuropatia periferica che colpisce prevalentemente mani e piedi limitando fortemente l’autonomia della persona affetta, la malattia a sostegno della quale è stato organizzato il 12 giugno al Bombonera Padel Experience di Cori il “Primo Torneo di Padel” solidale. SPORT E SOLIDARIETA’ Il ricavato delle iscrizioni verrà devoluto all’associazione ACMT-Rete per la malattia di […]

Leggi...
16 Maggio 2023
Elezioni Velletri, le PREFERENZE dei partiti a sostegno di RICCI e ROMAGNOLI

Clorinda Ricci, di Forza del Popolo, con 266 voti totalizza l’1,05%. Roberto Romagnoli con 153 voti si ferma allo 0,60%. Ecco le preferenze. CLORINDA RICCI FORZA DEL POPOLO PIERO SPALLOTTA           54 ELISABETTA STARNONI 34 SABRINA PALMA             13 LOREDANA PERSICHILLI               2 EMILIANO GIOIA             1 MAURO CAFAROTTI      1 RICCARDO CONTI            1 GIAN LUIGI BOCCHETTA              0 LAURA CAMPAGNOLA […]

Leggi...
23 Aprile 2022
La Spinosa: “Ecomostro del Monte Artemisio cazzotto in un occhio”

“Abbiamo visto tutti le immagini dell’Ecomostro del Monte Artemisio: un cazzotto in un occhio nel bel mezzo della nostra montagna ai margini del Parco dei Castelli Romani. Qualcuno ricorderà le parole della relazione paesaggistica dove il manufatto veniva definito poco impattante, adducendo pittoresche teorie a cui ben pochi hanno creduto. Con il PNRR da 10 […]

Leggi...
velletri life media partner di:
chevron-down