Velletri, attesa per le cinquine finaliste del primo “Augusto d’oro”

Altre Notizie

Nella stessa serata condotta da Leonardo Di Silvio, verrà presentato il nuovo allestimento della collezione permanente ed inaugurata la mostra “Energie” del giovane artista veliterno “ Felix” allestita nella Sala Giulio Aristide Sartorio.

Sabato 8 Giugno, alle ore 20.00 al Polo Espositivo “Juana Romani” è in programma l’attesa serata durante la quale verranno svelate le cinquine finaliste al primo Augusto d’oro per le eccellenze del territorio. Il riconoscimento istituito dalla Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola con il patrocinio della Città di Velletri mirato a premiare quei cittadini che nei loro ambiti d’azione sociale, professionale e culturale hanno dato lustro al territorio.

Quarantacinque sono i candidati che la commissione ha selezionato per la formazione delle cinquine finaliste che si contenderanno il premio, i vincitori saranno resi noti della serata di premiazione che avrà luogo con inizio alle 20.30 Sabato 22 Giugno presso la ex chiesa della Coroncina in Largo Mons. Giuseppe Centra.

Nel quadro della serata di pubblicazione delle cinquine verrà presentato il nuovo allestimento delle collezioni permanente con molte novità, tra queste una sala dedicata al territorio con il rilancio della mostra dei vini prodotti sul territorio ed impreziosito da un presepe popolare riproducente il borgo di San Crispino che il maestro Paolo Acchioni ha concesso in esposizione permanente.

Nel nuovo percorso espositivo ci sarà uno spazio dedicato allo scomparso scultore Giuseppe Cherubini con una selezione delle sue medaglie concesse in esposizione dal figlio Marco. Nella sala Giulio Aristide Sartorio sarà inaugurata la mostra “Energie” del giovane artista “Felix” dove tra fumetto ed altre tecniche sarà possibile immergersi in un mondo particolare, pieno di tanti spunti di riflessione.

Vi aspettiamo quindi per poter respirare arte ed immergersi nella storia del territorio anche attraverso l’esposizione del prezioso fondo di audio cassette che costituiscono l’archivio di Radio Delta Velletri stereo donato al Circolo Artistico La Pallade Veliterna dalla compianta Orietta Trivelloni che con il fratello Tonino ha voluto che questa collezione contenente quasi mezzo secolo di storia di Velletri diventasse patrimonio della città, questo insieme al fondo “Di Vito” donato dalla famiglia dello scomparso Guido Di Vito contenente quasi dieci di anni di numeri del settimanale La Torre e alla raccolta del settimanale Artemisio donata da Nello Petrilli.