Velletri, da PD e centrosinistra “monito” a Cascella

Altre Notizie

“Con il turno di ballottaggio di fine maggio è stato sancito il cambio di testimone per il governo della Città. Il coraggio di cambiare era lo slogan del neo-Sindaco. A distanza di un mese, siamo ad attendere che la nuova amministrazione metta in campo, appunto, il coraggio e dia corso alla piena attivazione di tutti gli strumenti amministrativi necessari, efficaci ed efficienti per dare la necessaria continuità alla macchina amministrativa in una fase delicata. Purtroppo, così non è. Nonostante gli ampi margini di tempo disponibili la squadra del Sindaco Cascella si presenta ancora parziale su settori di azione tutt’altro che trascurabili a partire dalle deleghe strettamente connesse al finanziamento, attuazione e rendicontazione dei contributi PNRR. La squadra, all’atto di insediamento formale del Consiglio comunale, appena il 20 giugno scorso, appare claudicante. Assegnate le deleghe più leggere, in alcuni casi come atto dovuto basato sulla cifra elettorale, in altri con logica opposta, ricorrendo a personalità esterne sconosciute al corpo elettorale ma dagli evidenti legami politici, rimangono nelle mani del Sindaco deleghe “pesanti” e strategiche.  Tra queste Bilancio e personale, Piano regolatore generale, Lavori pubblici, Infrastrutture, Transizione digitale. Ora, senza mettere in dubbio le capacità amministrative del Sindaco, che attendiamo alla prova dei fatti, è del tutto evidente che il peso delle deleghe indicate richiede un impegno politico-amministrativo incompatibile con l’attuale assetto della Giunta. Questa palese anomalia, sulla spinta di uno scadenzario dettato da un processo amministrativo fortemente condizionato dagli impegni assunti, a livello nazionale e comunitario, sta determinando di fatto la ricerca di un equilibrio operativo del tutto anomalo che genera incertezze, confusione, inutili sovrapposizioni e anche un non trascurabile malessere organizzativo.
Per certi versi stanno sfiorando il ridicolo e sotto gli occhi di tutti non passano inosservati alcuni comportamenti, collegati alla sistematica presenze negli uffici di semplici cittadini, magari candidati non eletti, che si relazionano con funzionari e dirigenti, senza averne titolo. Oltre che ridicolo, riteniamo che quanto sta avvenendo sia estremamente grave, prima di tutto sul piano amministrativo e poi politico se non si pone rimedio a questa situazione in modo netto, chiaro e determinato. Auspichiamo che il neo-Sindaco Cascella sia consapevole della gravità di tale circostanza e intervenga per garantire il principio cardine della pubblica amministrazione, basato sulla separazione dell’indirizzo politico dall’azione amministrativa. Come opposizione garantiremo un atteggiamento attento e costruttivo a partire proprio da questa vicenda la cui gravità non può essere sottovalutata”.

PD Velletri
Movimento 5 Stelle Velletri
Noi Domani Velletri
Viviamo Velletri
Verdi e Sinistra – Europa Verde – Velletri e Beni Comuni