Velletri, giornata del ricordo delle vittime degli incidenti ferroviari

Altre Notizie

Nel 32esimo anniversario dell’incidente ferroviario di Casabianca sarà celebrata Sabato 27 Gennaio, a cura della Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola la seconda edizione della Giornata del ricordo delle vittime degli incidenti ferroviari sulla Roma-Velletri.

Sabato 27 Gennaio verrà celebrata la seconda edizione della Giornata del Ricordo delle Vittime degli Incidenti Ferroviari sulla Roma – Velletri, istituita lo scorso anno dalla Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola affinchè la memoria dei due tragici eventi – quello del 4 Maggio 1978 a Cancelliera e quello del 27 Gennaio 1992 a Casabianca -resti viva così che i nomi delle vittime con il passare degli anni non restino avvolti dall’oblio della storia.

Si tratta di due importanti incidenti, la cui causa fu entrambi un errore umano. Il 4 Maggio del 1978, il capostazione di Cecchina, dimentica la prescrizione “m40” marcia a vista per passaggio a livello aperto sulla scrivania, mentre esce per dare il via libera al treno giunto da Velletri. All’altezza del passaggio a livello di Cancelliera il convoglio impatta con un tir, nell’incendio scaturito muoiono Stefano Morelli, Pio Censi e Remigio Politano.

Il 27 Gennaio 1992 il capostazione di Ciampino dà il via libera al treno diretto Roma – Velletri condotto da Tommaso Cocuzzoli giunto in Stazione da Termini, senza avvedersi che quello partito da Velletri non era ancora entrato. Appena realizzato che li aveva messi uno contro l’altro viene tentato l’impossibile per fermare quello che partito da Velletri senza riuscirci. Poco dopo la piccola stazione di Casabianca avvenne l’impatto frontale nel quale perirono Tommaso Cocuzzoli, Romeo D’Antimi, Gabriele Giammattei, Alberto Zaccagnini, Claudio Milletti, Costantino Radu.

In loro ricordo lo scorso anno è stata svelata una epigrafe marmorea a ridosso della stazione di Velletri, intorno alla quale Sandro Spallotta ha realizzato il giardino della memoria, affinchè tutto questo resti e le giovani generazioni sappiano.

La manifestazione avrà inizio alle 17.30 presso la Cattedrale di San Clemente con la Santa Messa in suffragio delle vittime per poi proseguire alle 18.45 al Giardino della Memoria con la commemorazione dei due incidenti.

La cittadinanza, le famiglie delle vittime, quanti erano su quei treni sono invitati a partecipare.