Velletri, partito lo “School Tour – Il Concerto” di Giuseppe Consoli

Altre Notizie

Partito ufficialmente il progetto itinerante “School Tour – Il Concerto”, una versione dal vivo dell’omonimo progetto che Giuseppe Consoli, a nome di Operazione Nostalgia Musicale e La Musica Unisce Gli Studenti, da sette anni a questa parte porta nelle scuole – di Velletri e del resto d’Italia – con grande successo. “School Tour . Il Concerto” era inizialmente pensato come evento unico in teatro (annunciato nella conferenza di presentazione dello School Tour 2023-24 dello scorso 1 dicembre), ma si è tramutato in un tour itinerante che attraversa i locali e gli eventi comunali nel corso dell’estate 2024 “per dare più opportunità agli studenti dei licei delle zone in cui si svolgono le varie serate di esibirsi dal vivo”. L’idea muove i primi passi dalla volontà di Giuseppe Consoli di “premiare i talenti più meritevoli di ogni disciplina che abbiano partecipato allo School Tour in questi anni e riportare i giovanissimi a vivere il piacere di ascoltare musica dal vivo di artisti locali che meritano, musica fatta e rielaborata da loro coetanei, e far conoscere alle nuove generazioni artisti di qualità in età adulta legati al progetto che meritano maggior visibilità”.

La musica dal vivo locale ed emergente è oggi, secondo Consoli “sempre più snobbata a livello giovanile nonostante ci siano tantissime proposte valide. Spesso mi ritrovo a concerti di artisti meritevoli della mia zona dove o ci sono poche persone o sono quasi tutti adulti, gente della mia età ovvero sulla soglia dei trent’anni e famiglie con bambini, pochissimi giovani e adolescenti, che preferiscono altre forme d’intrattenimento e divertimento soprattutto in estate, e a livello di musica si basano sulle tendenze dettate dai social, in special modo da TikTok. E questo è un vero peccato, perché quando facevo io il liceo e c’erano serate di musica dal vivo con dei nostri amici per molti di noi quelle serate erano degli appuntamenti immancabili, dei veri e propri ritrovi, e noi vorremmo rilanciare questa tradizione”. Ma nonostante questo l’esperimento è partito alla grande: tantissimi spettatori sia nella prima data del 18 giugno a Roma al ristorante Il Paradiso dei Buongustai (con il ristorante tutto sold out) sia nella seconda del 21 giugno a Velletri durante la Festa della Musica in Corso della Repubblica, dove School Tour – Il Concerto è stato uno degli spettacoli con maggior affluenza della fascia oraria pomeridiana. Erano presenti persone di tutte le età nel pubblico in entrambe le occasioni: liceali, adulti, bambini, anziani, e non solo tra le famiglie dei ragazzi che si sono esibiti. Presenti nel pubblico anche insegnanti, dirigenti scolastici e rappresentanti d’istituto (alcuni rappresentanti d’istituto come Simone Villani del Francesco D’Assisi di Roma e Clotilde Colaiacomo del Landi sono anche saliti sul palco nelle rispettive date per fare degli interventi).

Giuseppe Consoli, oltre ad aver condotto l’evento, si è esibito con la sua band composta da Alessandro Sanna alla batteria, Tiziano Chiappi al basso ed Enea Dentice alla chitarra, i quali nel corso delle varie serate hanno avuto anche occasione di far sfoggio delle loro abilità con assoli e cover in versione base e strumento. Tra questi, Enea Dentice si è esibito nelle anche come chitarrista della band metal dei Blodder e batterista degli MNO (cover band di genere grunge) in entrambe le serate. Durante la serata del 18 giugno di Roma si sono esibite anche le band Pellicani e Scam e il trio composto da Kiro Faltaous, Giorgia Figliolini e Maria Sofia Beniamin. Completano il cast dei musicisti per il 21 giugno a Velletri invece Eimen Dell (vero nome Emma Dell’Elice), Arianna Cavalieri (che ha anche recitato un discorso sulla funzione della scuola e dello School Tour di inclusione e socialità), Fabrizio Lauri, Michelle Di Massimo, Alberto “Alo” Colelli, Massimiliano Napoleoni e il duo composto da Enea Dentice e Sofia Perricone. Più Stefano Rosini (in arte Stewy) per un intervento di conduzione nella data del 21 giugno. Presenti anche ospiti extra-musicali come le attrici Isabella Luzzi e Clotilde Colaiacomo (che hanno recitato rispettivamente il 18 e 21 giugno un monologo contro la violenza sulle donne), il doppiatore Danilo Saravalle, il regista e fotografo Edoardo Amati (entrambi hanno recitato un discorso di coppia sul bullismo nelle rispettive serate insieme a una musicista del cast, Danilo insieme a Giorgia Figliolini il 18 ed Edoardo insieme ad Emma Dell’Elice il 21) e la conduttrice Ylenia Pergola (che con Giuseppe si è lanciata in una sorta di “gioco della musica” a tema Festivalbar nella serata del 18 giugno, cosa ripetuta con Fabrizio Lauri il 21). Tanti poi gli artisti a cui è stato fatto tributo con le cover degli studenti e non che si sono esibiti nel corso delle due serate: Michael Jackson, i Queen, i Radiohead, i Pink Floyd, i Guns’n’Roses, Lady Gaga, Cesare Cremonini, i Maneskin, Francesco Gabbani, gli Evanescence, i Pixies, i Royal Blood, gli Alice in Chains, i Misfits, i Children of Bodom e gli Entombed. Insomma, ce ne è per tutti i gusti, dal pop italiano al metal. Tra le scuole rappresentate sul palco dai partecipanti, considerando anche gli ex alunni, ci sono il Mancinelli e Falconi, il Landi, il Cesare Battisti, il Vallauri e l’Ugo Tognazzi di Velletri, il Joyce di Ariccia e il Francesco d’Assisi, l’Ambrosoli di Roma, il Kant, Villa Flaminia e il Numidio Quadrato di Roma. Alla fine di ognuna delle due serate c’è stato un mini-concerto live di Giuseppe Consoli con la sua band. Infine, i due eventi si sono svolti nell’ambito della collaborazione con il Multicentro dell’Inclusione e dello Sport (MIS), con Radio Mania come media partner e, nel caso della serata del 18, Ciadd News e Paesi Uniti della Sabina TV (per via della collaborazione con il Festival Internazionale Anime di Carta di Emanuela Petroni), e sono stati dedicati alla memoria di due persone scomparse a cui Giuseppe Consoli è molto legato, ovvero Gianni Molisina e Gianluca Simonelli. Non resta che attendere quali saranno le prossime date: certo è che School Tour Il Concerto è partito con il piede giusto.