Velletri,”Teresa la partigiana”: Gianfranco Chieppino racconta la storia di una famiglia nella Resistenza

Altre Notizie

Si è svolto ieri pomeriggio, al Dopolavoro Ferroviario di Velletri, l’incontro con Gianfranco Chieppino che ha raccontato la storia della sua famiglia nella Resistenza contenuta nel libro “Teresa la partigiana”. Alla presenza di numerosi spettatori e con le interpretazioni di passi del libro affidate all’associazione “Il mio mondo della lettura”, Chieppino ha narrato quella che è una storia dura e difficile da ripercorrere per il forte coinvolgimento emotivo che lo stravolge ogni qualvolta viene a contatto con il ricordo di Teresa, Beppe e di tutti i personaggi protagonisti di Moncalieri negli anni della seconda guerra mondiale e nel dopoguerra.

Classe 1957, Chieppino ha vissuto non da testimone la Resistenza e se n’è potuto appassionare grazie alla lettura di varie opere – Cassola e Bocca, ad esempio, sono suoi ‘maestri’ – e poi grazie alla scrittura, una passione nata sin dai banchi di scuola, quando scriveva temi che faceva leggere i suoi insegnanti quasi vergognandosi di questa sua attività letteraria. Anche “Teresa la partigiana” è un libro che nasce quasi per caso, grazie al ritrovamento di alcune foto e di alcuni documenti che hanno portato l’autore a realizzare di getto l’idea e andare a rivangare, scavare, scoprire questa storia familiare. Teresa e Beppe, genitori di Gianfranco, sono stati impegnati in prima persona nella lotta partigiana piemontese e nel Movimento operaio Torinese.

A dare linfa a questa scrittura è stata la curiosità di Gianfranco – il quale già da piccolo poneva ai suoi genitori e insegnanti numerose domande riguardo alla storia, agli avvenimenti, al significato delle parole. Quella di Teresa è una storia non solo di resistenza ma anche d’amore, come ben sottolineato da Emanuele Cammaroto nel dialogo con l’autore. Molto significativi anche i vari aneddoti, come ad esempio l’insegnamento paterno per cui leggere serve a farsi rispettare e a capire. Con questa iniziativa Memoria ‘900 conclude la due giorni dedicata ai soci iniziata con il reading sulle poesie di Giuseppe Savelloni e dà appuntamento ai prossimi eventi che prevedono varie attività per lanciare il decennale di attività dell’Associazione stessa e l’appuntamento con la mostra fotografica collegata al contest “Scatta Velletri”.