Verdi Velletri: “Dopo un anno di amministrazione, 240 mq di pizza tricolore da buttare…nel cassonetto!”

Altre Notizie

“In questa foto la conclusione della sagra del festival della pizza: cassonetti strapieni di pizza avanzata e buttata. Uno schiaffo in faccia alle difficoltà e ai sacrifici dei cittadini che arrivano alla fine del mese con fatica, gestendo uno stipendio che è fra i più bassi d’Europa ed è del tutto insufficiente a sostenere i rincari dei beni alimentari, saliti alle stelle per l’inflazione degli ultimi anni. La gente fatica a mangiare e la nostra bella amministrazione che fa? Organizza la pizza più lunga del mondo, per entrare nel guinness dei primati. “Maestà, il popolo ha fame. Bene, diamogli una nuova bella festa.” Senza contare lo scempio del vedere una “differenziata” che mischia cibo, plastica e carta nel più totale spregio della raccolta sostenibile. Una foto che è anche il simbolo e la rappresentazione più eloquente di quest’anno di amministrazione Cascella e di tutto il centro-destra. Un’amministrazione che ha fatto della prosopopea dell’abbondanza fino allo spreco, dell’apparire senza contenuti, dell’eloquenza barocca che copre il vuoto e l’immobilità il suo marchio di fabbrica. Un’amministrazione che voleva rivoluzionare tutto, che voleva fare risorgere il paese, che è partita col botto, con roboanti promesse che tali sono rimaste. Il centro storico che doveva rinascere, il commercio veliterno che doveva essere rilanciato, i prodotti autoctoni valorizzati, l’ospedale che doveva tornare ad essere un punto di riferimento per la sanità del nostro paese, il centro diurno per disabili che doveva tornare nel centro del paese, gli alberi tagliati nel centro del paese a cui non è seguita ancora alcuna piantumazione. Cosa ne è di queste promesse? Cosa è stato realizzato? Solo briciole sbandierate sui social con foto e post di ringraziamenti autocelebrativi. È stato un anno di inaugurazioni, di tagli del nastro, di sagre e di feste. In un anno si sono spesi più di 500.000 euro per feste e sagre, mentre la città è sempre più sporca, piena di erba e buche, sempre più abbandonata a se stessa. Non c’era un modo più utile per spendere questi soldi? 500.000 euro, di cui 50.000 circa per il festival dello scorso weekend, terminato con la pizza nei cassonetti. Un paese in cui la gente non sa più dove parcheggiare, perché i lavori del PNRR ereditati dalla vecchia giunta, e modificati in corso d’opera dalla nuova, sono partiti in ritardo di mesi (e chissà quando termineranno). Il parcheggio dell’ospedale è chiuso da mesi, con tutti i disagi di chi lavora nell’ospedale, ma i lavori non iniziano ancora. Di tutti i lavori previsti ne sono iniziati pochissimi e c’è la seria e fondata preoccupazione che il paese potrebbe perdere un’opportunità storica e irripetibile. Nulla si sa del progetto della piscina comunale del Palabandinelli: progetto che sembra essere stato abbandonato. Una giunta chiusa in sé, poco aperta e avvicinabile dai cittadini e ostile e arrogante con l’opposizione. Questo il bilancio di Europa Verde Velletri di questo primo anno di amministrazione Cascella”. Così in un comunicato stampa Europa Verde Velletri.