WindTre, a Lanuvio parte il progetto “Borghi connessi”

Altre Notizie

Avviato a Lanuvio, comune della città metropolitana di Roma, il percorso del progetto “Borghi Connessi” di WINDTRE per accompagnare la crescita dei piccoli centri italiani grazie a connettività e tecnologie smart. Il progetto si sviluppa su più dimensioni e, oltre a valorizzare le infrastrutture esistenti, pone particolare attenzione alla crescita delle competenze digitali dei giovani, degli anziani e del mondo produttivo. Promuove anche lo sviluppo di iniziative a beneficio della comunità e offre consulenze sui servizi broadband da parte di personale specializzato.

“Gli operatori di telecomunicazioni hanno un ruolo di responsabilità nell’accompagnare le amministrazioni e i cittadini nel percorso di digitalizzazione” afferma Alberto Pietromarchi, Wholesale Director e Sustainability Ambassador di WINDTRE. “In questo contesto, WINDTRE ha avviato il progetto ‘Borghi Connessi’, che oggi annovera 85 comuni affiliati, per portare servizi e consapevolezza digitale anche nei territori più piccoli e realizzare interventi formativi diretti ad anziani, ragazzi, amministratori locali e imprenditori. Il nostro Paese, è infatti caratterizzato da una fitta rete di piccoli borghi spesso sede di eccellenze note in tutto il mondo, ma ancora lontani dalle opportunità offerte dal digitale”.

“L’educazione alla digitalizzazione è cruciale sia per i bambini che per gli anziani per molte ragioni, per questo il comune di Lanuvio è lieto di partecipare al progetto “Borghi Connessi” – afferma il dott. Manuel D’Alessio, delegato alla digitalizzazione e innovazione -. Per i bambini, essa costituisce una base essenziale per il futuro, in quanto il mondo si sta sempre più digitalizzando. Aiuta a sviluppare competenze tecniche, capacità di ricerca, e promuove la creatività. Per gli anziani, l’educazione alla digitalizzazione favorisce l’inclusione sociale e migliora la qualità della vita, aiuta a mantenere il contatto con la famiglia, fornisce opportunità di apprendimento continuo e consente di accedere ai servizi online oggi necessari in un mondo destinato alla totale digitalizzazione. Inoltre, promuovere la consapevolezza digitale tra le diverse generazioni può contribuire a creare una società più coesa e resiliente, combattendo la frattura digitale”.

In particolare, saranno sviluppati incontri per un percorso di educazione digitale dedicato ai ragazzi delle scuole elementari e dei ‘senior’. Sarà l’occasione per fornire consigli e strumenti utili per utilizzare alcuni servizi e per vivere in sicurezza le opportunità della Rete, in linea con le finalità del progetto NeoConnessi di WINDTRE. L’inclusione, infatti, parte anche dall’acquisizione di competenze adeguate e WINDTRE intende fornire continue occasioni di apprendimento per preparare le persone alle sfide poste dalla digitalizzazione.

I comuni interessati ad aderire all’iniziativa possono inviare una mail a borghiconnessi@windtre.it

L’iniziativa fa parte dei dieci obiettivi del piano di sostenibilità dell’azienda, impegnata nel promuovere una maggiore inclusione anche nell’ambito dell’accesso a Internet, per ridurre il digital divide territoriale, economico, culturale e anagrafico dei piccoli borghi agevolandone la rinascita e la valorizzazione. Per approfondire questo progetto e le altre iniziative dell’azienda vi invitiamo a consultare l’ultimo rapporto di sostenibilità di WINDTRE.