Ultimo aggiornamento:  26 Novembre 2022

"Il rischio delle ubriacature"

Mt 24, 37-44

TESTO

Come furono i giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell'arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e travolse tutti: così sarà anche la venuta del Figlio dell'uomo. Allora due uomini saranno nel campo: uno verrà portato via e l'altro lasciato. Due donne macineranno alla mola: una verrà portata via e l'altra lasciata.

Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell'ora che non immaginate, viene il Figlio dell'uomo.

COMMENTO

“…mangiavano e bevevano, prendevano moglie e prendevano marito, … e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e travolse tutti,…”.

Questa volta partiamo da lontano, da Noè, dalla cui storia più che l’arca enorme, capace di contenere ogni sorta di animali, ripesco la scena dell’ubriacatura raccontatami da mio nonno, che, attento osservatore dei comportamenti umani qual era, non mancò di calcare la mano sugli effetti dell’alcool a danno dell’ingenuo patriarca.

Le ubriacature sono sempre pericolose, perché, oltre a sciupare l’immagine di sé, aprono sbocchi impensabili alla fantasia che corre a briglie sciolte. Le ubriacature dei singoli addormentano le coscienze e fanno perdere la percezione chiara della realtà. Le ubriacature dei popoli inibiscono le volontà e il diluvio trascina tutti nel baratro della schiavitù.

“Mangiavano, bevevano e prendevano moglie e marito…”. Quel che appare normale nelle abitudini degli uomini, diventa comportamento pericoloso, se i meccanismi naturali  che portano alla conservazione della specie non si arricchiscono di valori morali.

“…così sarà anche la venuta del Figlio dell`uomo.”.

Con Gesù arriva il momento delle scelte responsabili e, se al suo passaggio si è distratti o avvinazzati, si brucia stupidamente un’occasione preziosa. Non ci si meravigli allora se nella storia di ogni giorno alcuni di noi appaiono più liberi interiormente di altri e altri ancora più coscienti e responsabili rispetto alla massa.

L’essere cristiani, come l’essere cultori e seguaci di un qualsiasi ideale, comporta necessariamente l’uscita dalle nebulose informi, che facilitano intrallazzi e prepotenze, per seguire con esemplare decisione la strada scomoda della coerenza.   

“Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.”.

Gli esperti chiamano il contenuto di questo brano “discorso escatologico”, tenendo in mente più la fine del mondo che non il fine per cui si è nel mondo.

Ci sono stagioni, come l’inverno, che tolgono alla pianta le foglie, lasciando, però, che sotto la corteccia continui a fluire l’umido della linfa. Allo stesso modo ci sono momenti per l’uomo difficili da superare…  Guai arrendersi: arriverà la stagione buona e la vita che sembrava spegnersi al freddo esploderà di nuovo nel tepore della primavera. 

Venga pure il Signore!... Come bambini vergognosi riceveremo la sua carezza, come figli prodighi riposeremo nel suo abbraccio, come cervi assetati suggeremo amore dal suo cuore.

Categorie

11 Giugno 2022
La donna, Bach e una lettera

14 agosto 1999 Perché voi, uomini di chiesa, non guardate negli occhi le donne che vi parlano? Immaginate l'imbarazzo in cui venni a trovarmi dinanzi ad una affermazione del genere. Fu gentile la signora, capì la mia difficoltà e venne al dunque: Voi avete paura delle nostre idee... Solo in due donne mi sono imbattuto […]

Leggi...
21 Febbraio 2022
Multa autovelox annullata per mancanza foto

Le multe per velocità eccessiva rilevate con autovelox possono essere annullate, nel caso di impugnazione, se la Pubblica Amministrazione chiamata in giudizio non esibisce la documentazione fotografica, al fine di provare l’avvenuta infrazione che ha dato luogo alla sanzione. Questo il principio che emerge dalla sentenza 6 dicembre 2021, n. 2430, emessa dal Giudice di Pace di […]

Leggi...
12 Ottobre 2021
Perchè intoccabile?

Uno scienziato notoriamente ateo visitava  a Londra con Isaac Newton un grande “planetario”. Ad un certo punto chiese all'inventore della gravità: ”Ma chi è che ha realizzato tutto questo?” Newton: ”Nessuno, si è fatto da solo”. Riportando questa situazione al nostro oggi, mi sembra che, non per scherzo come Newton, ma sul serio, la massima […]

Leggi...
12 Luglio 2022
Velletri 2030: sostenibilità e innovazione

Sostenibilità e innovazione sono concetti legati a doppio filo e non sempre in modo sinergico. In alcuni casi sono ritenuti concetti sostanzialmente opposti, perché molte innovazioni tecnologiche e industriali hanno  un impatto negativo sulla natura e sul benessere delle persone, soprattutto quelle che inducono esclusione (aggiornamento continuo delle capacità professionali), e accentuano le disuguaglianze (difficoltà […]

Leggi...
4 Febbraio 2022
L'incubo del doppio matricidio

Verso il 900 d. C. il principe di Kiev, Oleg, definì “Rus” il territorio su cui dominava, cioè quello dell'attuale Ucraina centrale. Durante il 1500 il nascente zarato con centro a Mosca riprese quello stesso nome di Rus per definire il proprio territorio.  C'è dunque un rapporto di maternità fra l'Ucraina e la Russia. Inversamente, […]

Leggi...
2 Luglio 2022
Il Papa è solo

Secondo voi, quali problemi dovrebbe affrontare e risolvere per il bene della Chiesa e dell’umanità Papa Francesco? L’ho chiesto ai genitori che vedo tutte le settimane negli incontri familiari. Pier Paolo  così risponde:  Io credo che questo Papa riuscirà a fare grandi cose e i frutti si vedranno con l’avvento di una nuova generazione di […]

Leggi...
velletri life media partner di:
chevron-down